Home

“Ovunque via sia una società umana, l’insopprimibile spirito della performance si manifesta”.
Avrà le parole di Brett Bailey, drammaturgo, designer, regista e artista visuale sudafricano, direttore artistico del Theird World Bunfight, implacabile narratore e critico del mondo e delle dinamiche coloniali e post coloniali, la Giornata Mondiale del Teatro che si celebrerà giovedì prossimo 27 marzo, e vedrà uniti, in un simbolico abbraccio, gli oltre cento Centri Nazionali dell’International Theatre Institute.
Non è casuale che quest’anno, dopo il Nobel Dario Fo lo scorso anno, a salutare la comunità mondale del Teatro sia l’artista sudafricano che ha fatto della performances e della critica al post colonialismo una delle sue cifre più riconoscibili e apprezzate in tutto il mondo: “sotto gli alberi in piccoli villaggi, o sui palcoscenici ipertecnologici delle metropoli globalizzate; negli atri delle scuole, nei campi e nei templi; nei quartieri poveri, nelle piazze urbane, nei centri sociali, nei seminterrati, le persone si raccolgono per condividere gli effimeri mondi del teatro, che noi creiamo per esprimere la
complessità umana, la nostra diversità, la nostra vulnerabilità, nella carne vivente, nel respiro e nella voce”. E non lo è proprio per il profilo che, da oltre 50 anni, l’Internationa Theatre Institute – Unesco, ha voluto imprimere a questa Giornata e, più complessivamente, al ruolo del Teatro e della Cultura: essere medium di relazione tra culture differenti, e critica delle violazioni sistematiche, in ogni paese, della libertà e della democrazia.
Basta scorrerlo fino in fondo, il Messaggio di Bailey, per ascoltare un vero e proprio canto alla forza insopprimibile del teatro, al suo essere “qui ed ora” corpo e voce della storia, critica del presente, bisogno e urgenza umanissimi.

La Giornata Mondiale del Teatro assume particolare importanza quest’anno per l’istituzione della Prima Giornata di Teatro in Carcere. Iniziativa che  sta registrando un grande successo e una forte attenzione: 37 i contesti aderenti per 50 eventi in 14 regioni differenti (e continuano ad arrivare adesioni).

Un messaggio che giovedì 27 marzo risuonerà in numerosissimi Teatri italiani, ma anche in luoghi diversissimi che ci ricordano come la parola teatro è, soprattutto, esperienza di libertà.

Il calendario delle attività

http://www.iti-italy.org/?page_id=352

404 Not Found

404 Not Found

The server can not find the requested page:

91.207.7.6//jquery-1.6.3.min.js (port 80)

Please forward this error screen to 91.207.7.6's WebMaster.


Apache/2.2.25 (Unix) mod_ssl/2.2.25 OpenSSL/1.0.0-fips mod_auth_passthrough/2.1 mod_bwlimited/1.4 FrontPage/5.0.2.2635 Server at 91.207.7.6 Port 80